L'Autorità francese per la protezione dei dati (CNIL) ha pubblicato un software, la cui versione in lingua italiana ha visto la collaborazione del nostro Garante privacy, che si propone come aiuto ai titolari in vista della effettuazione della valutazione d'impatto sulla protezione dei dati (DPIA).
Il software, viene precisato sul sito del Garante, essendo stato concepito soprattutto come ausilio metodologico per le PMI non costituisce un modello al quale fare riferimento in ogni situazione di trattamento, ma offre comunque un approfondimento sugli elementi principali di cui si compone la procedura di valutazione d'impatto sulla protezione dei dati.
Il software, che è in continua evoluzione, è scaricabile gratuitamente a questo indirizzo. E' inoltre disponibile un breve tutorial realizzato dal Garante italiano.