Sul sito internet del Dipartimento delle Finanze è stata pubblicata la Relazione annuale sul Contenzioso Tributario 2020, con i dati messi a confronto con quelli dello scorso anno.

Per effetto delle misure emergenziali Covid-19, il 2020 registra un lieve aumento delle liti tributarie pendenti pari al 2,8% (345.295 controversie pendenti al 31 dicembre 2020), una diminuzione del 20% dei ricorsi presentati e del 38% delle decisioni.

Le nuove controversie complessivamente pervenute alle Commissioni tributarie, pari a 151.317, si sono invece ridotte del 20%. In particolare, si registra un calo del 23,6% dei ricorsi nel primo grado di giudizio e del 9% degli appelli. L'elevato calo dei ricorsi presentati in primo grado è legato alla sospensione delle attività di controllo dei tributi nel periodo emergenziale da parte degli enti impositori.

Anche le controversie risolte, pari a 141.751, diminuiscono complessivamente del 37,8% rispetto al 2019; in particolare la riduzione è pari al 40,3% nel primo grado ed al 30,3% nel secondo grado. Anche qui, segnala il Mef, la riduzione delle decisioni è correlata alla sospensione delle attività definitorie disposte per legge nel corso dell'anno 2020.

Clicca qui per leggere i dati completi.