E' partita il 2 settembre scorso l'iniziativa lanciata dall'Unità di informazione finanziaria (Uif) della Banca d'Italia che prevede dei controlli in caso di movimentazioni, in entrata ed in uscita, di più di 10mila euro al mese.
In particolare, banche, uffici postali e altri istituti di pagamento dovranno inviare, entro il 15 del mese successivo, una comunicazione all'Unità di informazione finanziaria (UIF) in caso di movimentazioni superiori al citato limite, anche con transazioni da più di mille euro. Il primo invio avverrà quindi entro il 15 settembre e sarà relativo ai dati dei mesi di aprile, maggio, giugno e luglio.
Nonostante non si tratti di segnalazioni per operazioni sospette, le comunicazioni permetteranno all'autorità di vigilanza di identificare le persone legate a tali operazioni, provvedendo agli eventuali controlli.